Perché si forma la cellulite

Sono vari i motivi per cui si forma la cellulite e, piuttosto che scoprire le cause della cellulite, talvolta è opportuno comprendere perché tale disturbo si aggrava o si manifesta in modo più pesante. La maggior parte delle persone affette infatti presenta una sorta di propensione a questa patologia, che quindi si presenta in soggetti con caratteristiche molto diverse tra loro.

La cellulite e il grasso corporeo
Spesso si tende ad associare la cellulite alla presenza di pannicoli adiposi sul corpo, soprattutto femminile. In realtà non solo i soggetti obesi o grassi presentano questo tipo di disturbo, che colpisce anche donne magre o addirittura sottopeso. Questo avviene perché la cellulite è legata spesso a problemi correlati alla ritenzione idrica e ad una ipersensibilità all’azione degli ormoni femminili. Quindi chi manifesta i primi sintomi di cellulite difficilmente li vedrà scomparire semplicemente diminuendo di peso. È però vero che l’aumento di peso può portare ad un aggravarsi del problema, con conseguente presenza di evidenti noduli di derma degenerato, che si presentano come la nota pelle a buccia d’arancia. La cellulite tende a manifestarsi proprio dove il grasso in eccesso si deposita, quindi le due problematiche spesso viaggiano di pari passo; inoltre la presenza di un pannicolo adiposo spesso e profondo porta ad un rapido aggravarsi della cellulite.

I diversi periodi della vita femminile
La cellulite si aggrava, e anche molto, quando si prende peso, soprattutto se questo avviene in modo rapido, come ad esempio durante la pubertà, durante una gravidanza o nella menopausa. Insieme con l’aumento di peso spesso in questi periodi della vita le donne soffrono di squilibri ormonali importanti, che favoriscono il presentarsi anche di altri sintomi, quali la ritenzione idrica, la scarsa circolazione linfatica, problemi a livello venoso e dei capillari. Il quadro clinico di una persona affetta da cellulite di tipo sclerotico è spesso molto chiaro e comporta tutti i sintomi sopra indicati in contemporanea, con presenza di cellulite dura al tatto, con la pelle delle cosce (ma spesso anche dei glutei, dell’addome e delle braccia) con aspetto cosiddetto a materasso.

Lo stile di vita
Spesso uno scorretto stile di vita viene additato come una delle principali cause della cellulite. In realtà non si tratta div ere e proprie cause, ma di fattori che ne stimolano la presenza e che possono portare ad un aggravarsi della sintomatologia. Fumare, bere molti alcolici, una vita sedentaria, bere poca acqua, sono tutti comportamenti che favoriscono il presentarsi della cellulite, che vanno quindi evitati.

Napoli Centro la bellezza di un luogo con qualche criticità

Napoli nel corso della sua storia ha subito un etichetta pesante a morire, quella di città di Mariuoli, termine in dialetto che indica persone con la tendenza a compiere atti contro la legge di piccola e media entità. Ma la nomina di questo luogo viene smentita dai dati Istat. Nel 2013 l’Ente di Statistica Italiano segnala che la denuncia dei crimini – in generale – vede Milano al primo posto e Napoli 36esima tra le grandi città d’Italia. Mentre Napoli resta in vetta alla classifica per le rapine, questo purtroppo va segnalato anche se le statistiche si riferiscono a due anni fa.

Ma se si guarda al piano generale non è la città più pericolosa come la nomea vorrebbe, quelle del nord sono le più pericolose, inoltre visitare Napoli, anche come turisti, significa visitare – secondo gli inglesi che hanno lanciato un sondaggio sulle mete turistiche nel bel paese – la Città più Bella d’Italia.

B&b Napoli Centro

Strutture semplici, accoglienti, a costi accessibili. Questi sono i Bed e Breakfast che si possono trovare a Napoli centro. Perché scegliere proprio Napoli centro per un alloggio? Le risposte possono essere molteplici:
– La comodità di scendere in strada e ritrovarsi tra i colori e la vita di Napoli
– La praticità di non dover camminare per diverso tempo stando fuori dal centro
– Godersi la vista della città partenopea nella sua popolarità
Queste tre sono le ragioni che vengono immediatamente in mente. A queste se ne aggiunge una quarta, vivere per un breve periodo dentro la parte centrale della città partenopea anche se da turisti è emozionante e a tratti può essere intenso, magari passeggiando nella vostra città al ritorno dalla vacanza ricorderete le voci, i monumenti, le camminate e la stessa struttura che vi ha accolti e fatti sentire a casa….

Come fare le bolle di sapone

Da sempre le bolle di sapone sono uno dei passatempi preferiti dei bambini, ma anche gli adulti si divertono a giocarci.

Ma non sempre bisogna comprare le bolle di sapone, è possibile anche ottenerle con delle semplici ricette.

Ricetta per bolle di sapone leggere.

Ecco come fare le bolle di sapone in casa, un modo semplice, ma anche stimolante e divertente come soffiarle. Quelle che si acquistano finiscono subito, soprattutto quando accidentalmente si rovescia il liquido a terra. Ecco la soluzione: fare le bolle di sapone in casa, seguendo una semplice guida.

Di bolle ce ne sono tanti tipi, possono essere grandi, piccole, resistenti ed anche colorate.

Ecco la ricetta per fare bolle semplici, piccole e leggere, molto facili da realizzare e semplici da soffiare.

Ingredienti

  • 1,25 l di acqua
  • 120 g di detersivo per i piatti concentrato
  • 1 o due cucchiai di glicerina

Questo procedimento è semplice e veloce, con cui realizzare bolle piccole e medie e semplicissime da preparare. Basta soltanto mescolare senza agitare acqua con detersivo e glicerina, utile per limitare l’evaporazione e conferire resistenza. E’ importante lasciare a riposo per un pò ed è fatta, le bolle sono pronte.

Ricetta per bolle di sapone giganti e resistenti

Per ottenere delle bolle di sapone giganti, basta utilizzare acqua calda, riposo, e sapone per i piatti super concentrato.

Ingredienti:

  • Acqua calda
  • Detersivo per i piatti concentrato
  • Uno o due cucchiai di zucchero

Bisogna mettere gli ingredienti in una bacinella e mescolare senza agitare, così da ridurre al minimo la schiuma, nel mescolare il composto bisogna controllare la densità, qualora sembrasse troppo liquido bisogna aggiungere qualche cucchiaio di sapone per i piatti, ed infine per incrementare la resistenza si può aggiungere qualche cucchiaio di zucchero ulteriore.

Pronto il composto lo lasciamo riposare per un paio di giorni senza toccarlo, in un luogo fresco ed umido così da ridurre molto l’evaporazione ed avere bolle più resistenti.

Ricetta per bolle di sapone colorate

Preparare le bolle di sapone colorate è davvero semplice e divertente. L’effetto iridescente è sicuramente affascinate, ma un tocco maggiore lo si può dare con l’aggiunta al composto di qualche goccia di colorante alimentare liquido.

Il segreto è proprio questo! Il colore e le tonalità da donare alle bolle sono a propria discrezione, quindi via libera alla sperimentazione ed alla creatività.

Per divertirsi in casa, basta davvero poco, semplici ingredienti permettono di fare delle bolle di sapone piccole, grandi ed anche colorate, dando spazio alla propria fantasia, divertenti, non solo per i più piccini, ma anche i grandi si dilettano nel giocarci con l’intento di mostrare ai bimbi come si fa per poi trovarci divertimento e continuare per un pò al posto dei bambini.

Anna Munafò: forse un ritorno di fiamma con Emanuele

Uomini e Donne è ancora oggi una delle trasmissioni più seguite del palinsesto di Canale 5. Ci sono personaggi che, dopo essere passati dallo studio di Maria De Filippi come corteggiatori o come tronisti, cominciano una carriera come modelli o attori. Quel che è certo è che molte figure di spicco del programma entrano nel cuore dei fan, che continuano a seguire i loro beniamini anche dopo la scelta. Un esempio calzante è Anna Munafò, che partecipò a Uomini e Donne come tronista accanto a Tommaso Scala e Aldo Palmieri.
Alla fine del suo percorso, Anna scelse Emanuele Trimarchi e rifiutò Marco Fantini. Quest’ultimo divenne a sua volta tronista e scelse come compagna Beatrice, con cui iniziò una bellissima storia d’amore durata all’incirca un paio d’anni. Anna invece rimase con Emanuele per pochissimo tempo e dunque la sua scelta non diede alla fine buoni frutti. Tuttavia la bellissima Anna è sempre stata molto amata dai suoi fan, che la seguono sempre sui social.
Proprio oggi, Anna ha postato fotografie e cuoricini per il compleanno di sua sorella, con cui appare nella foto. Il legame tra le due ragazze sembra molto forte e solido. Ma una delle foto più chiacchierate di quest’ultimo periodo riguarda invece un possibile ritorno di fiamma tra Emanuele e Anna. La ragazza ha postato infatti una sua bellissima foto, in cui sdraiata sul suo letto sorride e si copre per metà il volto. La fotografia è stata accompagnata da alcuni hastag. In particolare #noi e #siamotroppoforti da fatto di nuovo sperare i fan, che non hanno mai smesso di sognare un lieto fine per la storia tra Anna ed Emanuele. Che sia un messaggio in questa direzione?
Quel che è certo è che Anna non è certo una che rimane ad aspettare con le mani in mano il suo principe azzurro. Sempre sui social ha postato una frase eloquente al riguardo: “una donna è di chi se la va a prendere”.

Prestiti cambializzati e cattivi pagatori

Quando ci si riferisce ai finanziamenti, e ancor di più quando si parla di prestiti cambializzati, può capitare di sentir parlare delle liste dei cosiddetti “cattivi pagatori”. Ma che cosa si intende con questa definizione?

Per spiegarlo proviamo a riportare un estratto della guida pubblicata dal portale di riferimento, www.prestiticambializzationline.com . Al fine di effettuare una buona valutazione di merito creditizio su una richiesta di prestito, le banche o gli istituti finanziari attingono a determinate informazioni circa il richiedente, rivolgendosi a delle banche dati che gestiscono una vasta mole di indicazioni sui debitori: si tratta dei SIC, i sistemi di informazione creditizia, all’interno dei quali vengono depositati i comportamenti dei consumatori nelle loro relazioni di credito e l’esposizione dei clienti nei confronti dei finanziamenti ricevuti. In questo modo l’ente erogatore sarà in grado di ottenere una visione obiettiva circa la capacità del richiedente di restituire l’importo ricevuto, valutando i rischi di un’eventuale insolvenza.

Di solito, dopo tre mesi di insoluto il sistema segnala il debitore come cattivo pagatore, anche se questo arco di tempo può variare a seconda dell’entità della rata non saldata o dell’ammontare totale del finanziamento. La permanenza di un nominativo all’interno del SIC è ugualmente variabile: in alcuni casi può raggiungere i 36 mesi, in altri può limitarsi ad un solo anno, in relazione alla gravità e all’entità dell’insolvenza. Gli istituti di credito sono tuttavia tenuti ad informare il contraente circa il trattamento delle informazioni ricevute dagli archivi del sistema, mentre qualsiasi contraente ha il diritto di accedervi per verificare una sua eventuale presenza nel database: in caso di dati incongruenti, i clienti hanno la possibilità di informare il SIC stesso o l’ente erogatore del prestito circa l’errata segnalazione, chiedendone una conseguente rettifica. Tra i SIC attivi nel nostro paese, il più autorevole è la Centrale Rischi Banca d’Italia, che è affiancata da altri consorzi e società che svolgono funzioni analoghe nel territorio nazionale.

Il sistema delle segnalazioni dei “cattivi pagatori” non deve essere sempre interpretato come una limitazione all’erogazione del credito. Sebbene alcune informazioni possano precludere l’accesso a mutui e finanziamenti. le banche possono utilizzare i dati degli archivi per modulare al meglio la concessione del prestito, adattandolo al profilo del richiedente e alle sue risorse, ed evitando così gravi episodi di insolvenza futura.

Al Rainbow Magicland con i bimbi

Il Rainbow Magicland è il più grande parco divertimenti di Roma, il terzo in Italia, situato a Valmontone a circa 45 km dalla capitale.

La sua caratteristica principale è il grande lago centrale, intorno al quale si dispongono tutte le ben 38 attrazioni, oltre ai negozi e alle numerose aree spettacoli.

Così come lo è la forte tematizzazione dell’intera struttura: dalle rovine Maya allo Steampunk, passando per castelli e strutture reali, il tutto collegato al tema principale del parco, la magia.

Il parco Rainbow Magicland si rivolge a tutti, adulti, bambini, scuole, aziende.
In particolare è possibile suddividere le attrazioni in: attrazioni per tutti, per bambini e quelle per i più coraggiosi.

Le attrazioni per bambini sono le seguenti: PlayGround, un colorato e divertente luogo di incontro, adatto ai bambini da 0 a 6 anni, con giochi sicuri ed affidabili.

Oppure la PopPalla un esilarante viaggio in mongolfiera, la classica attrazione per bambini; non può certamente mancare la giostra per eccellenza, molto amata dai bambini ovvero il treno, con percorsi tematici associati, queste sono solo alcune delle attrazioni per bambini.

Oltre alle attrazioni, non mancano i diversi spettacoli organizzati sia per adulti che per bambini; come l’Extreme Stunt Show in programma dal 25 marzo all’11 settembre; un grande evento in cui si esibiscono i migliori stuntman del mondo, una grande occasione di divertimento anche per i più piccoli, i quali ricorderanno a lungo le scene mozzafiato proprie dell’evento.
Oppure lo spettacolo che si svolge al piccolo teatro dal titolo Mia e la sferea di energia, in programma dal 25 marzo al 25 settembre, da non perdere.

Da non perdere per la gioia delle bambine il magico ed imperdibile show delle magiche fatine Winx, le quali si esibiranno al Piccolo Teatro con nuove canzoni e una una coreografia.
Il parco dispone anche di una vasta area pic-nic, ubicata vicino all’attrazione Yucatan, dove troverai comodi tavoli in legno per una capienza totale di circa 1000 posti, ideale per una gita fuori porta con tutta la famiglia dove poter conciliare l’utile e il dilettevole.

Per immortalare i tuoi momenti, il parco dispone di telecamere e fotocamere posizionate sulle principali attrazioni oltre a diversi punti in cui le foto vengono scattate in automatico.
Hai anche la possibilità di non portare con te l’ingombrante passeggino, infatti lo puoi tranquillamente affittare, per bambini fino ad un metro di altezza.

Il parco dispone anche di una catena di negozi dove puoi acquistare sevenir e oggetti vari per i piccoli; potrai trovare oggetti in stile medievale come armature, archi, scudi, spade e far rivivere ai bambini l’epoca leggendaria dei valorosi cavalieri; puoi trovare abbigliamento da bambino, articoli per la scuola, oltre a peluche e giocattoli vari.

Il parco Raimbow Magicland rappresenta una buona idea anche per feste di compleanno.

In definitiva il parco ha tutte le caratteristiche per trascorrere un divertente ed indimenticabile fine settimana con tutta la famiglia, immersi nel verde e nella natura, un’esperienza unica che ogni bambino prima o poi dovrà provare.

Il parco offre un’esperienza che si adatta più ai bambini che agli adulti. Sia le attrazioni, almeno 10, che agli spettacoli giornalieri, regaleranno ai vostri bambini un giorno indimenticabile.
Il prezzo del biglietto? 35 euro alla cassa e 26 se lo si acquista on line. Presso i B&B a Valmontone che propongono le offerte Magic Rainbow però, potrete acquistare un pacchetto formato da pernotto con colazione e biglietto Rainbow Magicland a partire da 45 euro.